VMC abbinata alla deumidificazione, quando realizzarla?

31/03/2021 – In questa pandemia è emerso che il controllo ambientale indoor è una delle soluzioni più efficaci per fronteggiarla. Qualità e ricambio dell’aria sono diventati argomenti molto discussi su vari fronti, come quello sanitario e tecnico – progettuale.
 
Una scarsa qualità dell’aria ha conseguenze sia sull’edificio che sulla salute delle persone. Si parla, infatti, di “sindrome dell’edificio malato” (Sick Building Syndrome, SBS).
L’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO-OMS) nelle “Guidelines for Indoor Air Quality: dampness and mould” del 2009, indica in 10 l/s la quantità d’aria nuova da garantire per persona per ridurre i sintomi dell’edificio malato e raggiungere i minimi requisiti di comfort abitativo.
 
A fornirci questi dati è stata Pluggit, azienda del gruppo Soler & Palau, che attraverso le parole dell’ing. Michele..
Continua a leggere su Edilportale.com

Vai Alla sorgente della notizia
Author: [email protected] (Rosa di Gregorio)VMC abbinata alla deumidificazione, quando realizzarla?