01/08/2018 – 100 milioni di euro per valorizzare e promuovere, in un’ottica di nuove strategie turistiche, i borghi della Calabria.

A prevederlo il bando valorizzazione dei borghi rivolto ai Comuni della Calabria che vogliono valorizzare gli aspetti turistico-culturale dei borghi calabresi.

Valorizzazione borghi calabresi: cosa prevede il bando

Il bando prevede contributi per gli interventi in grado di promuovere e incentivare la domanda turistica nazionale e internazionale, migliorando l’offerta e l’accoglienza del territorio. Gli interventi dovranno avere una componente di sperimentazione di modelli innovativi per la gestione delle infrastrutture, favorendo le sinergie con i soggetti privati e l’associazionismo.

Le proposte progettuali devono riguardare l’intero borgo o una sua parte e sono riconducibili a:

interventi di miglioramento dell’aspetto estetico dei luoghie degli edifici pubblici e del tessuto insediativo, realizzati con materiali, sistemi e tecniche costruttive coerenti con i caratteri morfotipologici locali;

recupero e rifunzionalizzazionedi edifici e spazi pubblici per la promozione del turismo ecologico, culturale ed enogastronomico;

rifunzionalizzazione di edifici pubblici a spazi espositivi dell’artigianato artistico e di qualità e di degustazione dei prodotti locali;

interventi sul verde pubblico, l’arredo urbano, l’interramento di cavi aerei, il cablaggio delle reti, la mimetizzazione di antenne e elementi che non si confanno alla storia urbanistica dei luoghi e l’abbattimento delle barriere architettoniche;

recupero e riqualificazione di spazi pubblici per favorire una maggiore accessibilità e mobilità interna al borgo;

recupero di immobili per la creazione di “ospitalità diffusa” da realizzare preferibilmente in partenariato con soggetti privati;

– realizzazione e potenziamento di centri per l’offerta turistica, di servizi per l’accoglienza e di itinerari ricreativo/turistico-culturali;

– iniziative ricreative, culturali e didattiche, in collaborazione con associazioni culturali, reti di imprese, Università, istituzioni scolastiche, per valorizzare gli attrattori culturali e specifici itinerari/reti culturali tematici;

– creazione e potenziamento di Cultural e Creative Lab o Cantieri della Creatività in collaborazione con associazioni culturali, reti di imprese, Università, istituzioni scolastiche per la creazione di nuovi contenuti, servizi culturali e artistici;

– interventi di promozione, anche intercomunale, di carattere turistico-culturale.

Valorizzazione borghi: le spese agevolabili e i contributi previsti

Il bando ammette le spese per i costi di realizzazione di opere pubbliche per il recupero e la rifunzionalizzazione di immobili inutilizzati, per la riqualificazione e l’adeguamento agli standard normativi di settore di immobili di proprietà comunale, incluse le infrastrutture di connessione se funzionali agli obiettivi del progetto, acquisto arredi e attrezzature.

Sono ammissibili anche le spese per:

– l’eliminazione di barriere architettoniche e per l’introduzione di soluzioni tecnologiche innovative per la riqualificazione energetica;

– il recupero e la riqualificazione di spazi pubblici finalizzati ad una maggiore accessibilità e mobilità interna al borgo;

– il miglioramento e l’adeguamento degli arredi e dei servizi urbani e per la manutenzione straordinaria dei luoghi pubblici;

– l’acquisizione, la riqualificazione e la rifunzionalizzazione di edifici in stato di abbandono o di degrado da destinare a finalità turistiche e culturali, acquisto arredi e attrezzature;

– il recupero e valorizzazione di beni culturali, storici e artistici;

– l’organizzazione di iniziative ricreative, culturali e didattiche e di interventi di promozione, marketing e comunicazione;

– la creazione e il potenziamento di Cultural e Creative lab o Cantieri della Creatività.

Il contributo concedibile è pari al 100% delle spese sostenute per la realizzazione di interventi di importo non inferiore a 300.000 euro, con un contributo massimo concedibile per beneficiario è di 1.500.000 euro.

Bando valorizzazione borghi calabresi: come partecipare

Le domande di agevolazione e i relativi allegati dovranno essere compilati on line, accedendo, previa registrazione, alla piattaforma disponibile sul sito Calabria Europa, sottoscritti digitalmente e inviati mediante procedura telematica entro e non oltre le ore 17 del 21 settembre 2018. La scadenza del bando, inizialmente prevista per il 30 luglio 2018, è stata posticipata al 21 settembre per venire incontro alle esigenze segnalate dai Comuni e dall’ANCI Calabria e con l’intento di favorire una migliore qualità progettuale.

Per ricevere supporto tecnico nell’utilizzo della piattaforma è possibile contattare Fincalabra S.p.A all’indirizzo [email protected].