Scuole, Architetti: ‘no al massimo ribasso per interventi sull’edilizia’

16/06/2020 – “Un atto di grave immaturità politica e di totale inconsapevolezza delle esigenze del Paese e delle modalità con cui affrontarle”. Così il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti, Conservatori (CNAPPC) commenta il Decreto Scuola.
 
A non piacere al CNAPPC sono i poteri speciali che la legge di conversione del Decreto Scuola conferisce ai sindaci per accelerare l’esecuzione dei lavori sull’edilizia scolastica: fino al 31 dicembre 2020 i sindaci e i presidenti delle province e delle città metropolitane potranno, infatti, operare con poteri commissariali per garantire l’avvio del prossimo anno scolastico.
 
Dall’analisi dell’art. 7 ter ‘Misure urgenti per interventi di riqualificazione di edilizia scolastica’ – spiega il CNAPPC – emerge “la totale assenza di una visione strategica finalizzata a revisionare l’impianto architettonico della scuola”..
Continua a leggere su Edilportale.com

Vai Alla sorgente della notizia
Author: [email protected] (Rossella Calabrese)

Scuole, Architetti: ‘no al massimo ribasso per interventi sull’edilizia’