Rifare il bagno: impianto a deviatore o a collettore?

02/09/2020 – La ristrutturazione totale del bagno prevede la sostituzione dell’impianto idraulico, la rimozione dei precedenti rivestimenti e l’installazione di nuovi sanitari e delle nuove finiture.

L’impianto idraulico è composto:
– dall’impianto di carico, per l’adduzione e distribuzione dell’acqua calda e fredda;
– dall’impianto di scarico, per lo scarico delle acque reflue.

L’impianto di carico è composto da colonne verticali che corrono lungo le pareti perimetrali dell’edificio, con sezione decrescente verso i piani più alti e da reti di distribuzione orizzontale che possono essere realizzate in diversi materiali.

Le tubazioni della rete di distribuzione dell’impianto idrico sanitario possono essere realizzate in:
– acciaio inossidabile o zincato senza saldatura, le cosiddette tubazioni Mannesmann;
– rame duro, semiduro, ricotto (che è flessibile);
– materiale plastico, come polietilene..
Continua a leggere su Edilportale.com

Vai Alla sorgente della notizia
Author: [email protected] ( Rosa di Gregorio)Rifare il bagno: impianto a deviatore o a collettore?