Professione di ingegnere, CNI: calano i nuovi abilitati

15/02/2021 – Sono in continuo calo i laureati in ingegneria che conseguono l’abilitazione professionale e, successivamente, si iscrivono all’Albo: nei primi anni 2000 gli abilitati superavano quota 20mila, nel 2019 restano poco sotto gli 8mila. Tutto questo nonostante il numero dei laureati in ingegneria continui ad aumentare e i corsi di laurea ingegneristici risultino al vertice per numero di iscritti.
 
Il dato emerge dal Rapporto annuale elaborato dal Centro Studi del Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNI) dedicato agli esami di abilitazione di ingegnere e architetto.
 
“A 20 anni dall’entrata in vigore del Dpr 328/2001 che ha rivoluzionato la struttura degli Albi professionali e le modalità di accesso ad essi – afferma Armando Zambrano, Presidente CNI – dobbiamo constatare che cala la tendenza dei laureati in ingegneria ad iscriversi all’Albo. Ciò conferma la necessità, da parte degli Ordini, di aprirsi agli ingegneri..
Continua a leggere su Edilportale.com

Vai Alla sorgente della notizia
Author: [email protected] (Rossella Calabrese)Professione di ingegnere, CNI: calano i nuovi abilitati