Descrizione Progetto

Residenza Erika

Nata da un incontro casuale di una domenica mattina qualunque, dove l’idea, il sogno, è diventato realtà.

L’edificio in oggetto è una villa unifamiliare realizzata tra fine anno 2017 ed inizio 2018 di 2 piani fuori terra, composto da soggiorno/cucina, bagno, ripostiglio e locale tecnico al piano terra, camera matrimoniale, due camere singole, lavanderia e bagno a piano primo.

In fase di progettazione si è ritenuto fondamentale tenere conto dell’esposizione solare, ed in particolar modo per gli ambienti vivibili della casa (soggiorno, cucina e camere). Per questo motivo si è ritenuto utile realizzare un’ampio ambiente openspace composto da soggiorno e cucina ben illuminato attraverso ampie aperture. Al piano terra, sul fronte nord-est della nuova costruzione, vi è un ampio pergolato composto da una struttura in legno color bianco frassino aperto sui tre lati e senza copertura. Fondamentale è stato inserire spazi adibiti a ripostigli e la realizzazione del locale tecnico al centro del fabbricato, buona regola per minimizzare le perdite di carico degli impianti di ventilazione meccanica.

DESCRIZIONE MATERIALI COSTRUTTIVI

Il fabbricato in oggetto vuole essere un esempio di edilizia sostenibile, pertanto anche nella scelta dei materiali, è stato fondamentale l’uso di componenti. Gli stessi avrebbero dovuto garantire un alto grado d’isolamento termico-acustico e allo stesso tempo il minor impatto ambientale possibile.

FONDAZIONE:

L’edificio presenta una fondazione composta da calcestruzzo armato e isolante FOAMGLAS. L’isolante minerale in vetro cellulare FOAMGLAS è un sistema di coibentazione completo e presenta un alto grado di isolamento termico e di impermeabilizzazione svolgendo inoltre da barriera al gas Radon proveniente dal terreno, senza l’ausilio del vespaio aerato o di altri sistemi di aspirazione o di ventilazione forzata del suolo.

Oltre alle caratteristiche sopra elencate, questo materiale, presenta altri numerosi vantaggi, tra cui resistenza ai parassiti e roditori, alta resistenza a compressione, stabilità dimensionale, resistenza agli acidi, è incombustibile ed è ecologico.

Una volta gettato il magrone in CLS, sopra di esso vengono posate le lastre FLOOR BOARD T4+ (foto A).

a-300x219

Sopra queste, lungo tutto il perimetro dell’immobile, sono stati posati i pezzi speciali PERISAVE (foto B),

b-297x300

 

 

 

 

i quali hanno svolto la funzione di cassero nel momento in cui è stato eseguita la gettata della platea in calcestruzzo.

Infine al di sopra di quest’ultimi, sono stati posati a taglio sul lungo il lato lungo (dando quindi continuità all’isolamento e svolgendo peraltro la funzione di partenza del cappotto esterno) le lastre FOAMGLAS T3+ (foto C).

c-300x135

Tutti gli elementi FOAMGLAS sono incollati e sigillati tra loro mediante colle specifiche.

La realizzazione di questo tipo di fabbricati, richiede una precisione assoluta in fase di tracciamento e di realizzazione della fondazione. Una volta che le pareti vengono tagliate e preparate in azienda, è molto difficile apportare modifiche. Tutto deve essere previsto in fase di progettazione in quanto fare modifiche successive sarebbe possibile ma sicuramente molto oneroso. Dunque, accurata progettazione e precisione in fase di tracciamento e realizzazione, sono le fasi più importanti del

d-300x284

PARETI INTERNE DI TAMPONAMENTO

Le pareti esterne, sono state realizzate in legno con sistema X-LAM a tre o cinque strati di legno lamellare incollati tra di loro, ad alta efficienza energetica e presentano un doppio cappotto, interno ed esterno. All’esterno è stato applicato un rasante traspirante per cappotti mentre nel lato interno è stata realizzata una controparete mediante intelaiatura in acciaio zincato, creando un’intercapedine per l’alloggiamento degli impianti. L’intercapedine infine è stata riempita con pannelli semirigidi in lana minerale che possiedono ottime prestazioni energetiche ed acustiche, il tutto finito con lastre in gesso rivestito ad alta densità.

PARETI INTERNE DI TAMPONAMENTO

Le pareti interne divisorie sono state realizzate con orditura in acciaio zincato e doppia lastra in gesso rivestito ad alta densità su entrambi i lati dell’orditura. Nell’intercapedine, sono stati inseriti pannelli in lana minerale.

SOLAIO INTERPIANO

Il solaio interpiano è stato realizzato in legno con sistema X-LAM a 5 strati, ancorato alle pareti portanti mediante l’apposita ferramenta. Al di sopra del legno lamellare è stata interposto un materassino fonoisolante ad alta densità sul quale è stato poi realizzato il massetto copri impianti.

CONTROSOFFITTI

Al piano terra dell’edificio è stata realizzata una controsoffittatura in gesso rivestito costituito da struttura metallica primaria e secondaria in acciaio, sospensioni regolabili, lastra di gesso rivestito, accessori e rasatura a gesso di finitura.

COPERTURA

Il tetto è stato realizzato a doppia falda con sistema passafuori che consente di ridurre al minimo i ponti termici in quanto vi è continuità tra isolamento delle facciate (cappotto) e l’isolamento della copertura.

L’isolamento in fibra di legno che unisce l’estetica del tetto tradizionale all’efficienza energetica dell’elemento di copertura. La struttura con sistema passafuori, infatti, permette di aumentare a piacimento lo spessore dello strato isolante, senza intaccare l’aspetto estetico degli sporti. La fibra di legno a doppia densità conferisce un ottimo isolamento sia invernale che estivo.

SERRAMENTI

Finestre e portefinestre sono in PVC color grigio scuro, realizzati con triplo vetro basso-emissivo ad elevato isolamento termico, distanziali in pvc e tripla guarnizione.

SCURI

Gli scuri sono di tipo avvolgibili in alluminio con cassonetto incassato nel cappotto e connessi all’impianto domotico.

PAVIMENTAZIONE E RIVESTIMENTI

La pavimentazione interna è stata realizzata in gres porcellanato sia nella zone giorno che zona notte.

SOGLIE E DAVANZALI

Le soglie e i davanzali sono realizzati in serizzo fiammato a costa retta con gocciolatoio passante.

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO/RAFFRESCAMENTO E PRODUZIONE ACS

E’ stata installata un’unità di ventilazione meccanica controllata termodinamica con pompa di calore e recuperatore di calore, sia per il riscaldamento e raffrescamento. La produzione di acqua calda sanitaria viene fornita dalla stessa macchina con l’ausilio di un accumulatore elettrico.

IMPIANTO FOTOVOLTAICO

E’ stato installato sulla falda sud-ovest un impianto fotovoltaico complanare ed aderente alla copertura, costituito da n. 12 pannelli fotovoltaici per una superficie complessiva di 19,68 mq, con potenza di picco pari a 3,00 kWp.

CONCLUSIONI

Il progetto è volto all’ottenimento di un edificio avente caratteristiche costruttive e particolari dotazioni impiantistiche tali da consentire un risparmio energetico consistente. E’ inoltre volto al rispetto dell’ambiente circostante, in quanto si è voluto contestualizzare sia la tipologia edilizia sia l’intervento urbanistico. L’utilizzo di materiali ecocompatibili e riciclabili è un buon esempio di bioedilizia, il quale scopo è quello di avere un sano connubio natura – uomo. Si è cercato di dare molto spazio al verde, il quale ha una funzione di ridurre notevolmente l’impatto, anche solo visivo, di un nuovo intervento edilizio.

RINGRAZIAMENTI

Ringrazio per la collaborazione tutte le imprese e gli artigiani che hanno realizzato la costruzione, avendo cura dei minimi particolari e mettendosi sempre a disposizione dei committenti e della direzione lavori.

Un ringraziamento particolare va ai committenti, che hanno creduto in noi.