Project Description

COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI ASSEVERATA (CILA)

La CILA (Comunicazione Inizio Lavori Asseverata), introdotta nel 2010 con la Legge 73 che ha modificato l’Art. 6 del Testo Unico dell’edilizia (d.p.r. 380/01), è il documento che permette di realizzare interventi interni di manutenzione straordinaria, come ad esempio la ristrutturazione di un appartamento (compresa l’apertura di porte o lo spostamento di pareti interne, purché non riguardino le parti strutturali dell’edificio. Va presentata allo sportello unico dell’edilizia – chiamato anche ufficio tecnico – del proprio comune dallo stesso proprietario, o un suo delegato; anche se molti comuni stanno sviluppando sistemi informatici che permettono di inviare la CILA direttamente online.

Gli interventi per cui è possibile richiedere una Comunicazione Inizio Lavori sono i seguenti:

  • Manutenzione straordinaria senza interventi strutturali.
  • Lavori di frazionamento o accorpamento delle unità immobiliari.
  • Opere temporanee (massimo di 90 giorni).
  • Opere di pavimentazioni esterne.
  • Lavori su intercapedini e locali tombati.
  • Costruzione di vasche di raccolta delle acque.
  • Installazione di pannelli solari e fotovoltaici per edifici fuori dai centri storici.
  • Costruzione o ristrutturazione di aree ludiche senza fini di lucro.

Prima di tutto, la comunicazione va presentata prima dell’inizio dei lavori con la modulistica pre-compilata dal proprio Comune.
I documenti da consegnare sono:

  • Comunicazione firmata dal proprietario e dal progettista;
  • Relazione asseverata a firma di un tecnico abilitato;
  • Elaborati di progetto con lo stato di fatto, lo stato dopo i lavori e l’intra-operam;
  • Dati dell’impresa e il DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva)
    Più precisamente, dopo l’entrata in vigore del D.L. 69/2013 (Decreto del Fare) è l’amministrazione comunale stessa a dover acquisire quest’ultimo documento, anche se è ancora in uso l’abitudine, da parte degli enti, di richiederlo al committente.

La CILA è una dichiarazione molto utilizzata per la ristrutturazione degli appartamenti. La difficoltà, per chi deve effettuare i lavori ma non è un tecnico di professione, è nel capire quando gli interventi ricadono in manutenzione straordinaria od ordinaria (in caso di manutenzione ordinaria i lavori possono cominciare senza che avvenga alcuna comunicazione). Solitamente quando i lavori prevedono un cambiamento nella distribuzione degli ambienti (con la demolizione e la costruzione di tramezzi), si ricade in manutenzione straordinaria. Un semplice cambiamento di finiture e rivestimenti ricade invece sotto una manutenzione ordinaria, come è indicato anche dalla visura catastale storica. A chiunque debba effettuare lavori di manutenzione del proprio appartamento consigliamo di informarsi prima di procedere, dal momento che ogni comune ha il proprio regolamento edilizio.

La CILA non prevede pagamenti di oneri concessori in quanto semplice comunicazione, anche se molti comuni applicano dei diritti di segreteria che a volte toccano cifre considerevoli. Una spesa che va considerata è la parcella del tecnico che può variare a seconda delle fluttuazione del libero mercato. L’onorario non è più legato alle tariffe minime decise dagli Ordini, l’obbligo è stato abrogato nel 2006 dalla Riforma Bersani. Il tecnico deve essere un libero professionista (architetto, ingegnere, geometra o perito industriale) iscritto al rispettivo albo professionale che abbia una partita IVA. Dovrò rilasciare, dopo aver presentato la pratica, una fattura per prestazione professionale. Tale fattura potrà essere detratta se i lavori rientrano tra quelli agevolabili con detrazione 50% e 65%. La mancata presentazione della comunicazione causa una sanzione pecuniaria pari a 1.000 euro.
Se il proprietario, volontariamente, effettua la comunicazione a lavori iniziati può avere una decurtazione della sanzione pari a due terzi della cifra piena, pagando così 333 euro. È piuttosto ovvio come al cittadino convenga rispettare le normative per evitare sanzioni. Inoltre, è necessario prestare attenzione in quanto la realizzazione di interventi edilizi, oltre ad essere una responsabilità civica, è importante per evitare problemi in sede di compravendita dell’immobile.

Richiedi il Preventivo!

Per qualsiasi informazione o chiarimento non esitare a contattarci utilizzano la sezione Contattaci del sito

CONTATTACI!