Piano Casa, non si può derogare alle norme nazionali sulle distanze

27/10/2020 – Le leggi regionali sul Piano Casa non possono prevedere deroghe alle norme nazionali in materia di distanze minime e altezze massime. Lo ha stabilito la Corte Costituzionale con la sentenza 217/2020.
 
La Corte Costituzionale ha giudicato illegittimo l’articolo 19 della LR 13/2018, con cui è stata fornita un’interpretazione autentica della LR 21/2009, con cui il lazio ha istituito il Piano Casa per il rilancio del settore edile.
 
Piano casa e distanze, il caso del Lazio
Il Lazio, nel 2018, ha stabilito che gli ampliamenti del Piano casa potessero avvenire anche in deroga ai limiti di densità edilizia di cui all’articolo 7 del DM 1444/1968. Il Governo ha impugnato la norma per eccesso di competenza legislativa.
 
La Corte Costituzionale, dando ragione al Governo, ha concluso che i limiti del DM 1444/1968 sono vincolanti per il legislatore regionale e che le deroghe consentite nelle norme sul Piano Casa sono quelle..
Continua a leggere su Edilportale.com

Vai Alla sorgente della notizia
Author: [email protected] (Paola Mammarella)Piano Casa, non si può derogare alle norme nazionali sulle distanze