La malta: tipologie, caratteristiche e impieghi

19/06/2020 – La malta è un conglomerato ossia un impasto composto da inerte, legante a cui vanno aggiunte quantità variabili di acqua.
La malta è comunemente impiegata nell’edilizia per la realizzazione di murature portanti e non portanti, interne ed esterne; per l’intonaco, rustico e civile, interno ed esterno; per i sottofondi ovvero per la posa in opera di pavimenti e rivestimenti.

Alle malte tradizionali si sono aggiunte le malte speciali in cui al composto base vengono incorporati prodotti di diversa natura allo scopo di conferire alla malta particolari requisiti per impieghi specializzati.

La malta, l’inerte
Gli inerti impiegati nelle malte hanno lo scopo di frenare il fenomeno del ritiro (dovuto alla presenza del legante) e riducono la possibilità della formazione di crepe. L’inerte costituisce lo scheletro portante della malta, occupa circa il 65-70 % del volume complessivo. 

Gli aspetti dell’inerte..
Continua a leggere su Edilportale.com

Vai Alla sorgente della notizia
Author: [email protected] (Rosa di Gregorio)La malta: tipologie, caratteristiche e impieghi