Fondo Infrastrutture, nel Milleproroghe la soluzione allo stop della Consulta

25/09/2018 – Sanatoria dei decreti per la ripartizione del Fondo Infrastrutture, slittamento dei termini per l’adeguamento alle norme antisismiche e antincendio nelle scuole e revoca dei sequestri della casette “fai da te” realizzate dopo gli eventi sismici del 2016. È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale ed è entrato in vigore il Milleproroghe (Legge 108/2018).
 
Ripartizione del Fondo infrastrutture tra gli Enti locali
Il Milleproroghe sana la situazione creata dal comma 140 della Legge di Bilancio 2017 (L. 232/2016). La disposizione, lo ricordiamo, ha istituito il Fondo Infrastrutture, finanziato con un totale di circa 83 miliardi di euro (46 della prima tranche e 36 della seconda, prevista Legge di Bilancio per il 2018 – art. 1, comma 1072, della Legge 205/2017).
 
La Legge di Bilancio ha previsto l’emanazione di decreti attuativi per la ripartizione delle risorse tra le Regioni, ma ha dimenticato di specificare..
Continua a leggere su Edilportale.com

Vai Alla sorgente della notizia
Author: [email protected] (Paola Mammarella)Fondo Infrastrutture, nel Milleproroghe la soluzione allo stop della Consulta