Equo compenso, sopraelevazioni, affidamento diretto: sfuma la riforma del Codice Appalti

22/01/2019 – Si concludono con un nulla di fatto i tentativi di riforma a breve termine del Codice Appalti. Tutti gli emendamenti al ddl “Semplificazioni” sull’argomento sono stati ritirati. Diversi i motivi della scelta del Governo. In primo luogo l’esigenza di non dilatare i tempi dell’approvazione della legge, ma anche la volontà di approfondire la materia.
 
Codice Appalti, in arrivo un ddl urgente
Durante i lavori delle Commissioni Lavori Pubblici e Affari Costituzionali del Senato, il Governo ha manifestato la volontà di trattare la materia della riforma del Codice Appalti con un disegno di legge di iniziativa parlamentare che conterrà disposizioni urgenti. Il ddl, ha spiegato il capogruppo del M5S in Senato, Stefano Patuanelli, sarà varato subito, in attesa della legge Delega.
 
“La riforma del codice degli appalti deve essere fatta bene ma ci sono alcune cose che si possono fare prima” ha..
Continua a leggere su Edilportale.com

Vai Alla sorgente della notizia
Author: [email protected] (Paola Mammarella)Equo compenso, sopraelevazioni, affidamento diretto: sfuma la riforma del Codice Appalti