29/05/2018 – Il Comune di Milano ha stanziato 23.250.000 euro di contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati per finanziare lavori di miglioramento dell’efficienza energetica negli edifici milanesi.

Dal 25 maggio scorso, infatti, è aperto il Bando Efficienza Energetica BE2 che ha l’obiettivo di sostenere la riqualificazione energetica del patrimonio immobiliare della città.

Efficienza energetica negli edifici: gli interventi agevolabili

Le tipologie di intervento ammesse a contributo sono:

– la sola sostituzione di generatori di calore alimentati a gasolio;

– interventi di isolamento termico di almeno il 40% dell’involucro ed eventuale sostituzione del generatore di calore di qualsiasi tipo;

– interventi di isolamento termico di almeno il 40% dell’involucro, realizzazione di un tetto verde ed eventuale sostituzione del generatore di calore di qualsiasi tipo.

Per ciascun edificio è possibile presentare una sola istanza che contenga richiesta di contributo per la tipologia di intervento. Gli interventi sulle parti comuni degli edifici sono assimilati ad interventi sull’intero edificio.

Non sono ammessi a contributo interventi su immobili di nuova costruzione o su ampliamenti. Sono esclusi anche gli interventi che riguardano edifici demoliti e ricostruiti.

Per tutte le tipologie di intervento, sono ammesse a contributo:

le spese professionali necessarie per la realizzazione degli interventi e la produzione documentale necessaria obbligatoria o richiesta dal presente bando;

– la fornitura e posa in opera di materiali atti a ridurre la trasmittanza termica U e di tutte le apparecchiature termiche, meccaniche ed elettroniche necessarie a realizzare a regola d’arte gli impianti solari termici, fotovoltaici, di climatizzazione invernale/estiva, nonché la realizzazione delle opere murarie ad essi collegate, ivi inclusi gli oneri di sicurezza, e quant’altro necessario per la compiuta realizzazione dell’intervento;

– tasse e altri oneri vari obbligatori per legge.

Riqualificazione energetica: beneficiari e contributi

Possono presentare domanda di contributo:

– i proprietari e/o comproprietari dell’edificio oggetto di intervento;

– i condomini rappresentati dall’amministratore condominiale regolarmente nominato e appositamente autorizzato dall’assemblea dei condomini dell’edificio oggetto di intervento;

– società di persone e/o società di capitali;

– enti privati;

– soggetti pubblici o a partecipazione pubblica.

E’ prevista una detrazione fiscale in 10 anni fino al 75% del valore dell’intervento. E’ possibile richiedere finanziamenti bancari a tassi di interesse agevolato che consentono di avviare gli interventi senza anticipare capitali.

L’entità del contributo concesso per tipologia d’intervento sono le seguenti:

– 5% delle spese ammissibili per gli interventi di sola sostituzione di generatori di calore alimentati a gasolio;

– 15% delle spese ammissibili per gli interventi di isolamento termico di almeno il 40% dell’involucro ed eventuale sostituzione del generatore di calore di qualsiasi tipo;

– 20% delle spese ammissibili degli interventi di isolamento termico di almeno il 40% dell’involucro e realizzazione di un tetto verde.

Le detrazioni fiscali nazionali sono compatibili con il bando e cumulabili per la parte di spesa eccedente al contributo erogato. I contributi del bando non sono invece cumulabili con contributi previsti da altre iniziative promosse da Enti locali.

La domanda di partecipazione può essere presentata dal 25 maggio 2018 e fino a esaurimento delle risorse disponibili unicamente a mezzo posta elettronica certificata (PEC), al seguente indirizzo: [email protected]