Appalti sotto soglia, Anac ribadisce l’obbligo di rotazione degli inviti

17/09/2018 – Negli appalti di importo inferiore alla soglia comunitaria bisogna sempre garantire la rotazione degli inviti e un discreto bacino di operatori cui attingere per l’invio degli inviti. Lo ha spiegato l’Autorità nazionale anticorruzione (Anac) con le Faq 5 e 6 pubblicate nei giorni scorsi.
 
Appalti sotto soglia e rotazione degli inviti
L’Anac ha ricordato che, in base alle linee guida n.4, attuative del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016), negli appalti di importo inferiore alle soglie comunitarie (5,5 milioni di euro per i lavori, 221mila euro per gli appalti di servizi e forniture aggiudicati da amministrazioni che non sono autorità governative centrali e 144mila euro per gli appalti di servizi e forniture banditi dalle autorità governative centrali), non si seguono le procedure ordinarie, ma la Stazione Appaltante invita un numero predefinito di operatori economici.
 
Questa..
Continua a leggere su Edilportale.com

Vai Alla sorgente della notizia
Author: [email protected] (Paola Mammarella)

Appalti sotto soglia, Anac ribadisce l’obbligo di rotazione degli inviti